Privacy e Smart TV: come evitare di farsi tracciare dall’ Automatic Content Recognition

Privacy e Smart TV: come evitare di farsi tracciare dall’ Automatic Content Recognition

Per tutti quanti questo Natale si sono regalati una Smart TV…
La vostra Smart TV forse vi conosce già fin troppo bene:

  • cosa preferite guardare e ascoltare;
  • quali spot pubblicitari vi interessano;
  • dove vi trovate…

Si chiama Automatic Content Recognition (ACR).

Questa tecnologia, già ampliamente impiegata nelle applicazioni e dispositivi mobile, fa sì che la vostra Smart TV si riveli decisamente “smart” sorprendendovi con consigli sugli spettacoli che potreste voler vedere; spot pubblicitari che più vi interessano; contenuti e suggerimenti aggiornati anche sul vostro smartphone o pc…

Avete certamente rilasciato un preliminare consenso e preso visione di una informativa rapida e user-friendly. Certamente in fase di configurazione iniziale e quindi in fretta e furia per poter finalmente mettere Play alla vostra serie preferita…

L’Automatic Content Recognition (ACR) è resa possibile dalla connessione a internet della vostra Smart TV e quindi vi basterebbe disconnetterla da internet per evitare di essere ulteriormente tracciati. Vero. Ma così perdereste anche tutte le funzionalità legate alle applicazioni installate che vi permettono di fruire dei servizi in streaming audio e video.

Quel che è fatto è fatto; e se avete già distrattamente rilasciato il consenso, i dati trasmessi oramai sono stati già acquisiti ed elaborati.
Ma possiamo evitare di essere ulteriormente monitorati e disattivare la tecnologia ACR.
Questa è la Guida pubblicata su privacyitalia.eu, che vi potrà aiutare nella disattivazione in base al modello di Smart TV acquistato: https://www.privacyitalia.eu/privacy-e-smart-tv-ecco-come-evitare-il-tracciamento-di-cio-che-guardi/8429/

Giulia Mioni
Data Protection Officer